HomePage Italiano  English Cerca
Facebook
Al servizio degli integratori
Articolo tratto da "Automazione Industriale", numero 124 - Aprile 2005

Immagine 1
Copertina dedicata ad Automa

La missione di Automa è realizzare soluzioni affidabili e di facile implementazione per gli integratori, fornendo loro un supporto concreto e professionale.

A cura della Redazione

Da circa vent'anni Automa realizza software per facilitare gli integratori nel loro lavoro.
Se fino a una decina di anni fa i prodotti offerti si riferivano solo al livello dell'automazione, ossia la supervisione e il controllo di macchine e impianti, oggi Automa mette a disposizione dei clienti anche soluzioni per la gestione della produzione (gestione di un piano di lavoro, realizzazione di report di produzione, gestione delle giacenze, raccolta dati, manutenzione, tracciabilità/rintracciabilità, etc.).
La decennale esperienza nell'integrazione tra i differenti livelli dei sistemi informativi ha infatti portato l'azienda a studiare le problematiche del mondo EPS (Enterprise Production Systems) e MES (Manufacturing Execution Systems) e a realizzare le prime applicazioni in questo campo. Dopo numerose esperienze dirette, per supportare alcuni clienti nello sviluppo di soluzioni integrate che andavano al di là delle loro competenze, l'azienda propone oggi prodotti per facilitare la comunicazione dei supervisori con i sistemi informativi e permettere agli integratori di sviluppare applicazioni per la gestione della produzione. Questo processo di messa a punto di soluzioni standard, che soddisfano le esigenze di numerosi utenti, ricalca quello percorso con successo nei primi anni Novanta per Super-Flash, il sistema di sviluppo per la realizzazione guidata di applicativi SCADA/HMI, dedicato a coloro che conoscono bene le problematiche legate ai PLC, ma che non sono necessariamente esperti dei linguaggi di programmazione procedurali tradizionali.

Immagine 2
Una videata del software Super-Flash

Anche se negli ultimi dieci anni Automa si è progressivamente specializzata nell'integrazione e nel livello EPS/MES dei sistemi informativi, l'azienda è fortemente legata alle proprie radici e continua a fornire prodotti per il livello HMI, come Super-Flash, con cui è possibile realizzare velocemente degli applicativi di supervisione, anche complessi, capaci di comunicare efficacemente con il campo. Sono due le principali caratteristiche che hanno reso il software così noto e utilizzato in tutto il mondo: l'affidabilità intrinseca, garantita da un architettura basata su un motore Runtime solido e ben collaudato, e poi la qualità e la stabilità dei più di 70 driver di comunicazione. Super-Flash permette un approccio graduale alle varie potenzialità del sistema di sviluppo: è possibile realizzare applicazioni HMI, complete delle funzionalità tipiche dei supervisori, senza essere programmatori, grazie alla "configurazione assistita". Il software è stato studiato per favorire la progressiva crescita degli utenti verso un livello più avanzato; per i programmatori più esperti, infatti, è disponibile MicroC, un linguaggio di scripting orientato al problema, tra i più potenti presenti sul mercato, che permette di estendere le potenzialità del sistema di sviluppo.
Oltre a Super-Flash Automa ha sviluppato anche prodotti per settori specifici. Per il mercato farmaceutico, per esempio, l'azienda propone Spylog, il software di monitoraggio, conforme al "21 CFR part11", che gestisce i dati relativi a grandezze analogiche provenienti da strumenti, macchine e impianti.

Immagine 3
Videata di Spylog

Per il settore energetico, invece, Automa ha realizzato Argo, software per il monitoraggio ambientale conforme al DM 21-12-95. L'esigenza di far comunicare i propri prodotti per la supervisione e il monitoraggio con i livelli superiori dei sistemi informativi ha portato Automa a conoscere, e rendere proprie, alcune tematiche relative all'area EPS/MES.
SIR è un sistema in grado di automatizzare la raccolta dati del reparto produttivo e la comunicazione tra questo e i sistemi gestionali da un lato e il campo dall'altro. Il sistema è già stato sperimentato in alcuni settori, ma la sua architettura è applicabile, con le opportune personalizzazioni realizzate direttamente dagli integratori, a tutti i reparti produttivi.
Per il settore alimentare, dove avere un efficace ed efficiente sistema di rintracciabilità è diventata un'esigenza fondamentale per salvaguardare la salute del consumatore e per applicare in modo corretto le norme europee, Automa propone X-Prod. Il software gestisce la tracciabilità e relativa rintracciabilità dei materiali (materie prime, semilavorati e prodotti finiti) nelle diverse locazioni dell'impianto ed è in più capace di: gestire un ordine di lavoro, realizzare report di produzione, gestire le giacenze e controllare l'avanzamento della produzione.

Immagine 4
SIR: dati e informazioni che il sistema gestisce

Sempre nel settore EPS, non si deve dimenticare MainteX, il software per la gestione della manutenzione preventiva, in grado di comunicare con i software del livello HMI, tra cui Super-Flash, e prelevare direttamente dal campo i dati necessari per supportare i manutentori nelle loro attività, al fine di migliorare l'efficienza e l'efficacia dei loro interventi. Notando l'interesse che i programmatori, esperti di Visual Basic e Visual C, hanno dimostrato per alcune soluzioni di Automa, l'azienda ha deciso di dedicare anche a loro una linea di prodotti per far comunicare i propri programmi con dispositivi fisici in campo, con altri supervisori o applicativi HMI. Se implementare le funzionalità di base di un protocollo può già essere impegnativo, la realizzazione di un driver di comunicazione davvero affidabile può risultare una vera impresa I driver della linea Communication Tools risolvono le problematiche relative alla comunicazione tra l'applicazione e le periferiche (PLC, regolatori, bus, etc.). Sempre per questi utenti Automa propone anche Programming Tools, una linea di prodotti "general purpose": kit per la protezione del software, librerie grafiche 2D e 3D, librerie di calcolo, etc.
La necessità di affrontare le tematiche relative all'integrazione sia verticale (tra i diversi livelli dei sistemi informativi aziendali) sia orizzontale (tra differenti applicazioni dello stesso livello) ha portato Automa a "parlare diverse lingue"; infatti per "integrare" due livelli o due tipologie di impianti/sistemi differenti è necessario capire le problematiche e le esigenze di entrambi i "mondi" da mettere in comunicazione. L'azienda ha potuto così fare esperienze anche in ambiti differenti dall'automazione industriale, tra cui quello della Building Automation, del CAM e delle applicazioni web-based e web-services, al servizio della comunicazione aziendale.
Mappa del sito Mappa del sito Inizio pagina Inizio pagina