HomePage Italiano  English Cerca
Facebook
Fragili, ma sicurissime
Articolo tratto da "Timer Magazine", numero 5-6 - Luglio-Agosto-Settembre 2003

Immagine 1
Impianto

La BSN Glasspack S.p.A., del gruppo Danone, ha installato nella propria sede francese un complesso impianto per la pallettizzazione delle bottiglie di vetro, realizzato dalla Zecchetti che, per garantirne l'efficienza e la sicurezza, ha scelto di utilizzare il noto software di supervisione Super-Flash di Automa.

A cura di Elena Bertillo - Luca Rossi

Fin dal 1960 nel settore alimentare e delle bevande, Zecchetti costruisce impianti per la pallettizzazione e depallettizzazione dei contenitori in PET e in vetro. L'azienda, grazie a più di 3.000 installazioni, è oggi in grado di offrire sistemi "chiavi in mano" per imballare e trasportare i contenitori: dalla movimentazione nel reparto produzione alla creazione di pallet pronti per la consegna.
Una delle più importanti installazioni per il confezionamento delle bottiglie riguarda l'impianto situato presso la BSN Glasspack, leader europeo nella produzione di contenitori in vetro per alimenti, che ha scelto di automatizzare l'ultima parte del ciclo produttivo al fine di ridurre i tempi necessari al confezionamento e di garantire l'integrità del prodotto finito e l'assenza di agenti inquinanti. Il sistema è stato installato nello stabilimento francese di Bordeaux ed è composto da più parti: tre linee di trasporto che hanno il compito di convogliare il prodotto finito dalla zona calda, dove la bottiglia è fisicamente prodotta, alla zona fredda dove viene imballato; due macchine per la pallettizzazione, che posizionano i contenitori sui bancali nel modo più efficace possibile; un dispositivo di pulizia che, soffiando ed aspirando aria dall'interno delle bottiglie, elimina eventuali detriti residui, per assicurarne la purezza.

Immagine 2
Particolare dell'impianto

Flessibile e affidabile
I motori SEW delle macchine sono tutti asincroni, per controllare in modo sicuro la velocità del sistema e per assicurarne un'elevata affidabilità; in più, quelli delle linee di trasporto bottiglia sono corredati di Movimot (inverter a bordo) e MQP (modulo intelligente) con cui è stato possibile strutturare il sistema in modo che, in caso di anomalia nel bus di campo, sia possibile agire localmente con un selettore, per escludere dalla rete la parte dell'impianto in allarme. Grazie all'architettura di campo, basata su Profibus, i PLC sono in grado di gestire tutte le informazioni e i dati necessari all'automazione, tra cui i riferimenti di velocità che vengono passati ai motori. L'impianto si caratterizza per: un'elevata flessibilità e modularità, che permette di comporre le linee logistiche secondo le esigenze dell'azienda cliente; la facilità di utilizzo, grazie ad un software di supervisione user-friendly; la semplicità con cui è possibile fare manutenzione in modo remoto; un life-time elevato. I quadri elettrici ed i PLC Schneider sono collegati tra loro tramite ethernet. I PLC comunicano, sempre attraverso rete ethernet, con dei PC muniti di schede Applicom PCI2000ETH.

Supervisione Libera
Su ogni PC è installato un applicativo di supervisione che controlla una specifica parte di impianto e che è stato realizzato seguendo lo standard che da anni caratterizza la produzione Zecchetti. Tali applicativi permettono una rapida diagnostica delle situazioni di allarme - anche grazie alla presenza di photo digitali - e consentono sia il controllo delle operazioni in modalità manuale e automatica, sia rapidi "cambi formato" tramite la gestione delle ricette. I software prevedono diversi livelli di accesso (le varie funzionalità vengono abilitate o meno a seconda di chi utilizza il sistema) e sono completamente configurabili.

Immagine 3
Videata Principale

In caso di guasto di un PC di supervisione è possibile sostituirlo rapidamente, senza bisogno di reinstallare gli applicativi, perché è direttamente il PLC che, tramite un apposito sistema di codici, permette la visualizzazione delle pagine della parte d'impianto interessata.

Immagine 4
Videata di diagnostica

Lo SCADA utilizzato è Super-Flash di Automa, che la Azzali Elettronica, consulente di automazione e supporto tecnico nella realizzazione del software, ha considerato il più adatto a garantire un'elevata affidabilità e flessibilità. Grazie al Sistema di Sviluppo della software house bergamasca e all'utilizzo di schede Applicom, installate su ogni PC, la Zecchetti riesce a garantire in modo efficace ed efficiente la teleassistenza 24 ore su 24 con cui assicura al cliente interventi a distanza su tutta la parte di automazione dell'impianto.
Mappa del sito Mappa del sito Inizio pagina Inizio pagina