HomePage Italiano  English Cerca
Facebook
Una star del cinema
Articolo tratto da "Fieldbus & Networks", numero 259 - Giugno 2003

Immagine 1
Articolo

Cinemeccanica utilizza Super-Flash di Automa per supervisionare più di 200 installazioni realizzate in complessi cinematografici multisala.

A cura della redazione

Fin dal 1920 Cinemeccanica opera nella costruzione di apparecchiature per impianti cinematografici.
Dal 1966, anno in cui per la prima volta ha realizzato a Kansas City l'intera parte tecnologica di un complesso multisala, le maggiori case cinematografiche si sono rivolte all'azienda milanese per automatizzare le proprie strutture.
Il multisala trasforma il cinema: da semplice luogo di fruizione di un film a struttura di "entertainment" a 360 gradi, completo di fast-food, ristoranti, baby-parking, sale giochi. Grazie alle numerose sale, poi, è possibile scegliere tra più film a differenti orari: le proiezioni iniziano infatti in tempi diversi, con uno scarto di 10-15 minuti tra l'una e l'altra.
La realizzazione di queste strutture non ha solo migliorato il servizio al cliente, ma anche permesso un risparmio nei costi di gestione, perché la presenza di più locali di differenti dimensioni offre la possibilità di scegliere, a seconda del numero degli utenti, in quali e quante sale proiettare una pellicola. Un film "di punta", per esempio, verrà proiettato in più sale.

Immagine 2
Multisala

Uno dei valori aggiunti dell'attività di Cinemeccanica, che consente di ridurre i costi di affitto delle pellicole, è la capacità di collegare tra loro più proiettori (catene master-slave) in modo che la stessa pellicola possa passare direttamente da una macchina ad un'altra. In questo modo il medesimo film potrà essere visto in più sale contemporaneamente senza la necessità di utilizzare pellicole differenti.

E la visione cominci!
Nella realizzazione di cinema multisala è necessario tener conto delle difficoltà sia di armonizzare al meglio il lavoro dei vari sistemi di proiezione, visione e amplificazione, sia di coordinare più locali contemporaneamente.
Il processo di visione inizia con l'inserimento della pellicola nel proiettore da parte dell'operatore, poi ogni azione è automatizzata. Allo scoccare dell'ora stabilita il motore del proiettore si mette in funzione accendendo la lampada dello stesso. L'azione successiva è la regolazione automatica delle luci e del suono. Solo quando è tutto pronto parte il dispositivo che illumina lo schermo e permette di vedere il film scelto.
Grazie all'utilizzo di Super-Flash, il sistema di sviluppo di Automa per la realizzazione guidata di applicativi di supervisione, Cinemeccanica è riuscita ad automatizzare con successo questo processo, in modo che da una singola postazione sia possibile supervisionare tutte le sale contemporaneamente. Ogni proiettore è collegato a PLC Saia interfacciati ad un PC centrale attraverso reti 485 con protocollo S-BUS.
Nella schermata principale dell'applicazione di supervisione è possibile tenere sotto controllo lo stato di tutti i proiettori, sia in relazione al loro buon funzionamento (stato di allarme e pre-allarme), sia al loro utilizzo (in funzione, stand-by, fermo).

Immagine 3
Videata Super-Flash

Per ogni sala vengono identificati tre tipi di eventi: "intervallo", quando il proiettore non è in funzione o è in stato di stand-by; "fuori programma", quando vengono proiettati sullo schermo dei brevi filmati come pubblicità e trailer; "film", quando la macchina sta proiettando la pellicola.
Per ogni fase della proiezione si identificano a priori il livello delle luci (alte, basse, e spente); il tipo di suono utilizzare (mono, stereo, dolby) e a che livello; nonché il tipo di obiettivo del proiettore da utilizzare a seconda della pellicola da proiettare.
È poi possibile attivare dei comandi, come quelli di spegnimento dei condizionatori all'inizio del film per limitare il rumore interno alla sala, e controllare apparecchiature ausiliarie come cartelloni pubblicitari animati o l'apertura/chiusura delle porte.
Infine, le attività possono essere pianificate nel tempo grazie al calendario con il quale si può programmare ogni funzione in largo anticipo.
Mappa del sito Mappa del sito Inizio pagina Inizio pagina